Nel corso verranno condensati innanzitutto gli elementi cardine della pianificazione dell'attività quali una precisa definizione della propria proposta ai Clienti, l’individuazione della clientela e l’esplicitazione degli obiettivi da perseguire nel breve e nel medio termine. Il cuore del business plan è costituito infatti dalla modalità scelta dal professionista per raggiungere i suoi obiettivi (economici e non) servendosi della combinazione servizio/mercato prescelta. Tale modalità viene esplicitata in tutte le sue grandezze e variabili sia fisiche (numero e tipologia delle prestazioni) sia finanziarie (prezzo unitario o a forfait) costringendo l'aspirante professionista a programmare l'attività relazionale e (perchè no?) commerciale necessaria.
Inoltre viene evidenziata la criticità del fattore tempo nel lavoro autonomo, invitando a riflettere sul concetto di efficienza e sui rapporti di quest'ultimo con la specializzazione. In pratica la costruzione del "piano" che viene proposta è volta a mostrare l'unitarietà di tutte le fasi logiche di cui si compone l'attività professionale (aspetto commerciale, tecnico-professionale e amministrativo-gestionale) e la necessità conseguente di valutare nel complesso le risorse necessarie al loro svolgimento ed i costi relativi.

Docente: dott. Filippo Fabbrica

Accedi alla piattaforma FAD.