Organizzato dall'Ordine

Le nuove disposizioni in materia di trattamento riabilitativo dei DSA. I vantaggi della teleriabilitazione

Corso FAD

In questi ultimi anni, molte e importanti novità sono state introdotte in Italia a favore di studenti con diagnosi di Disturbo Specifico di Apprendimento (DSA). La pubblicazione della prime raccomandazioni sulla pratica clinica (Conferenza di Consenso, comitato promotore AID, 2007) e la diffusione dei successivi documenti di intesa elaborati da diversi gruppi di lavoro multidisciplinare (identificati come Panel di Revisione della Consensus Conference, PARCC, 2011) hanno reso possibile un percorso di confronto delle conoscenze scientifiche tale orientare la pratica clinica in questo settore. Questo processo, definito come virtuoso, ha avuto un momento di ancora maggiore approfondimento e di indirizzo con i lavori della seconda Consensus Conference organizzata dall’Istituto Superiore di Sanità (2011). Grazie a questo “movimento” scientifico e culturale possiamo ora disporre di precise raccomandazioni cliniche basate su aggiornati dati scientifici, adattati al contesto italiano, per affrontare ed interpretare le problematiche espresse da studenti con DSA. Il mio intervento, pertanto, ha inteso riprendere i risultati prodotti da questi lavori, dal concetto di presa in carico, a quello di riabilitazione e di trattamento, soffermandosi sulle prove di efficacia sugli esiti degli interventi abilitativi e/o riabilitativi. In base alle caratteristiche che un trattamento abilitativo dovrebbe avere (es. specificità dell’abilità da stimolare e modalità di intervento), vengono presentate alcune ricerche in grado di sostenere l’efficacia di interventi effettuati a domicilio o di “teleriabilitazione”. A questo scopo sono indicate le procedure di alcuni programmi che rispondono ai criteri di efficacia identificati dai documenti soprarichiamati.

Docente: prof. Claudio Vio

Accedi alla piattaforma FAD