Tirocini professionalizzanti durante l'emergenza Covid-19

Ultimo aggiornamento 26.11.2021



NUOVO AGGIORNAMENTO DELL’ORIENTAMENTO DELLA COMMISSIONE PARITETICA SUI TIROCINI IN MERITO ALLO SVOLGIMENTO DEI TIROCINI PROFESSIONALIZZANTI DURANTE L’EMERGENZA SANITARIA COVID-19


Tenuto conto del protrarsi dello stato di emergenza dichiarato dal Governo italiano su tutto il territorio nazionale relativo al rischio sanitario connesso al contagio da COVID-19 e delle disposizioni via via emanate, anche dalla Regione Emilia-Romagna, in materia di contenimento e gestione del contagio stesso, ed in particolare del Decreto Legge n. 105 del 23/07/2021 “Misure urgenti per fronteggiare l'emergenza epidemiologica da COVID-19 e per l'esercizio in sicurezza di attività sociali ed economiche”.

Richiamati i propri orientamenti del 16/04/2020, del 04/06/2020 e del 11/11/2020 e del 11/06/2021 contenenti indicazioni in merito allo svolgimento dei tirocini professionalizzanti durante tale periodo di emergenza.

Considerato il Decreto Ministeriale n. 238 del 26 febbraio 2021, che in particolare all’art. 3 recita:
  1. “Le attività strutturate di tirocinio professionale che devono essere svolte, laddove previste per l’abilitazione all’esercizio della singola professione, all’interno del percorso di studio o successivamente ad esso, possono essere espletate in modalità a distanza.
  2. Il tirocinio professionale, anche nello svolgimento con modalità a distanza, dovrà in ogni caso perseguire gli obiettivi e le finalità previsti negli accordi eventualmente stipulati tra gli atenei, le istituzioni, gli enti accreditati e gli ordini professionali per le professioni che ne prevedono l’esistenza e comunque nel rispetto di quanto previsto dal d.m. 11 dicembre 2019 (prot. n. 1135) recante le linee guida sull’organizzazione e il riconoscimento dei tirocini professionali”.

In attesa dell’emanazione dei Decreti Ministeriali attuativi previsti all’art. 7 del Disegno di Legge n. 2305 “Disposizioni in materia di titoli universitari abilitanti”, approvato in via definitiva dal Senato il 28/10/2021.

Ritenuto opportuno aggiornare ulteriormente la propria posizione al fine di salvaguardare quanto più possibile le esperienze di tirocinio in corso al momento dell’insorgenza dell’emergenza sanitaria e quelle in partenza durante la stessa, garantendo al contempo il mantenimento della qualità professionalizzante dei tirocini.

La Commissione Paritetica sui Tirocini assume il seguente orientamento:

Fino alla prima sessione dell’esame di stato successiva al termine dello stato di emergenza (ad oggi fissata al 31/12/2021), vale a dire fino alla prima sessione dell’anno 2022, salvo diverse disposizioni di legge, i tirocini svolti a distanza saranno ritenuti validi indipendentemente dalla percentuale di ore svolte di attività di tirocinio professionalizzante. L’intera esperienza potrà dunque essere svolta in tale modalità, salvo successive diverse disposizioni di legge in vigore.

Resta che se la struttura che ospita il tirocinio non consente di svolgere l’attività a distanza né totalmente né parzialmente rimane la possibilità della variazione della sede di tirocinio oppure della sospensione del tirocinio senza effetti sulla validità del periodo di tirocinio.

Ove la sede ospitante non sia nella condizione di consentire lo svolgimento delle attività di tirocinio in modalità a distanza, sarà possibile per il tirocinante variare la struttura a favore di un ente che lo permetta, purché già ritenuto idoneo e convenzionato per lo svolgimento di tirocini professionalizzanti.

L’eventuale sospensione del tirocinio non avrà effetti sulla validità del periodo di tirocinio già maturato. In altre parole, sarà possibile interrompere l’esperienza di tirocinio e riprenderla in un secondo momento al termine dell’emergenza COVID-19, vedendo in ogni caso riconosciuto il percorso svolto prima della sospensione.

Ogni ripresa dell’attività di tirocinio in presenza sarà tutelata secondo i principi di prevenzione e sicurezza.
Si invita a favorire la ripresa delle attività di tirocinio in presenza nelle strutture che lo consentono secondo i principi di tutela e sicurezza.

Bologna, 15 novembre 2021


Il presente documento è stato elaborato dalla Commissione Paritetica Ordine-Università, composta dai seguenti membri:

Per l’Ordine degli Psicologi: Gabriele Raimondi, Luana Valletta, Luciana Vianello, Ambra Cavina
Per l’Università di Bologna - Dipartimento di Psicologia: Paola Gremigni, Caterina Bertini
Per l’Università di Parma - Dipartimento DUSIC: Luca Caricati
Per l’Università di Parma - Dipartimento di Medicina e Chirurgia: Olimpia Pino