Deontologia

Il Codice Deontologico raccoglie in 42 articoli le norme di comportamento cui lo psicologo deve attenersi nello svolgimento della propria attività, fornisce i criteri per affrontare i dilemmi etici e deontologici e per dare pregnanza etica alle azioni professionali. La prima versione del Codice è stata promulgata il 17 gennaio 1998 ed è entrata in vigore il 16 febbraio dello stesso anno in seguito a consultazione referendaria dal Consiglio Nazionale dell’Ordine, ai sensi dell’art. 28, comma 6 lettera c) della Legge n. 56/89.
L’ultima modifica risale al 1° dicembre 2023, approvata in seguito al referendum del 21-25 settembre 2023.

Le norme del codice sono vincolanti per tutti gli psicologi iscritti e la loro inosservanza costituisce illecito disciplinare.

L’Ordine degli Psicologi ha il compito di vigilare e sanzionare i comportamenti dei propri iscritti che violano la deontologia professionale attraverso provvedimenti disciplinari.

L’Ordine ha inoltre il mandato di svolgere attività dirette ad impedire l’esercizio abusivo della professione attraverso la segnalazione agli organi competenti.
Clicca qui per scaricare il Codice Deontologico degli Psicologi Italiani in vigore dal 1° dicembre 2023 (formato pdf)
Clicca qui per consultare alcuni approfondimenti al CD
Protocollo d'Intesa per l'attivazione di forme di collaborazione e di scambio di informazioni relative al rispetto dei principi e delle norme deontologiche che regolano l'esercizio della professione di psicologo
Clicca qui per consultare le delibere disciplinari contenenti le sanzioni irrogate agli iscritti